Il Matrimonio Boho è Très Chic

Tutti lo dicono, tutti lo vogliono, ma per fare un matrimonio veramente Boho, la regola numero 1 è capire cosa significa.

E allora partiamo con un po’ di storia.

“Boho” è la crasi linguistica di Bourgeois Bohemien. Originalmente  i bohemien erano viaggiatori e profughi dell’Europa centrale – tanto che bohemien si può tradurre come zingaro. Ma il termine, a dire il vero un po’ ingannevole, è stato associato a figure dalla personalità più disparata, da Gesù CristoWilliam Shakespeare, a Sherlock Holmes“. Dal diciannovesimo secolo il termine bohémien è usato per descrivere lo stile di vita non convenzionale di artistiscrittorimusicisti e attori. Specie da quando artisti e poeti iniziarono a concentrarsi nei bassifondi e nel quartiere gitano.

Il  termine Boho, che pare fu coniato da David Brooks – un giornalista americano. introduce quindi nel termine Bohemien il concetto di Bourgeois – borghese. Il termine identifica una categoria di consumatori attenti e iper-chic che non badano a spese nel tentativo di sintetizzare stile e principi etici, quali ad esempio ecologia, rispetto della dignità umana, ipercultura artistica.

Di cosa è fatto un matrimonio Boho-Chic?

Prima di tutto di natura, intesa sia attenzione all’ambiente che come armonia, mixata con un po’ di cultura Hippy. E allora sì alle location molto verdi, agli alimenti bio, ai tavoli di legno, seppur imbanditi di tovaglie di pizzo e porcellane antiche, magari elegantemente spaiate. Sì anche alle cerimonie all’aria aperta celebrate in spiaggia o in un semplice gazebo in mezzo a un prato.

Ma un matrimonio Boho è fatto anche di un pizzico di Country/Gipsy. E allora i vestiti sono romantici,  i colori avorio e pastello, le gonne lunghe e svolazzanti, pizzi, merletti, coroncine sulle fronte, fiori tra i capelli, treccie acconciature morbide e un po’ scomposte oppure capelli lasciati morbidi e lunghi con la riga al centro. E se proprio volete osare, perché no? Un tocco di pelle o di pelliccia, stivali da cowboy ma anche piedi scalzi o  ballerine super flat. Per lui tutti i toni del brown e, di rigore, la foto senza giacca, col gilet.

Le Partecipazioni Boho-Chic.

Fiori, pizzi, merletti anche per le partecipazioni boho, che possono essere in delicati motivi floreali, con caratteri corsivi e svolazzanti e stampate su carta avorio con busta kraft.

E poiché in un matrimonio Boho non possono mancare delle cose fatte a mano, allora viva i confetti nei barattoli, le marmellate come bomboniera, le scatoline Kraft chiuse con lo spago o le piantine grasse come segnatavolo.

E il Bouquet?

Rigorosamente di fiori di campo a stelo lungo, può essere semplice e delicato tutto bianco. Oppure molto colorato, con tanto verde, osando anche con ortaggi a fiore, ma con fiocchi e decorazioni semplici.

2017-10-18T16:25:23+00:00 ottobre 17th, 2017|blog|0 Comments

Leave A Comment

Call Now Button